Mostra sul genocidio degli armeni a Vicenza

Fiamma eterna presso il memoriale del genocidio a Yerevan, Armenia. Foto di Nadia Pasqual

Fiamma eterna presso il memoriale del genocidio a Yerevan, Armenia. Foto di Nadia Pasqual

In prossimità del 99° anniversario del genocidio degli armeni, il Centro culturale Italo-Tedesco di Vicenza in collaborazione con il Consolato d’Armenia e l’Unione degli Armeni d’Italia presenta la mostra fotografica “Armin T. Wegner e gli Armeni in Anatolia,1915” allestita nel salone di Villa Tacchi, viale della Pace, 87 a Vicenza. L’esposizione sarà aperta dal 16 marzo al 6 aprile 2014 dal lunedì al venerdì ore 17.00-20.00, sabato e domenica 16.00-19.00, oppure su prenotazione te. 0444 512516. Nel 1915 il giovane ufficiale tedesco Armin T. Wegner diventa testimone oculare del genocidio degli armeni, perpetrato nel 1915 dal governo dei Giovani turchi. Le sue foto sono una testimonianza eccezionale del genocidio in cui hanno perso la vita più di un milione e mezzo di persone. Continua a leggere

Gli armeni e il concetto di stato nazione

Secondo una recente indagine, il 40% degli armeni sarebbe pronto a lasciare definitivamente l’Armenia, mentre in  Kirghizistan, Kazakistan, Tagikistan e Uzbekistan la popolazione disposta ad andarsene per sempre sarebbe compresa tra il 5% e il 16%. Come si spiega una percentuale così elevata in Armenia  e così sproporzionata rispetto ad altri stati dell’area, che condividono le stesse problematiche?

Haytoug Chamlian, nel suo recente articolo sul quotidiano online armeno Hetq.am, sostiene che gli armeni in realtà non abbiano mai posseduto il concetto di identità nazionale legata ad uno stato, semplicemente perché uno stato armeno è esistito solo per 24 anni durante i 3.000 anni di storia della civiltà armena.

La riflessione di Chamlian, basata su interessanti osservazioni storiche, getta una luce nuova sugli armeni e il rapporto con il loro Stato. Leggi l’articolo su Hetq.am: About Gallup Polls, Kazakhstan and William Saroyan | Hetq.

Conferenze sull’Armenia a Venezia

Università Ca' Foscari Venezia

Da non perdere il ciclo di conferenze “Armenia: una civiltà di frontiera” organizzato a Venezia da Aldo Ferrari, docente del Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea all’Università Ca’ Foscari di Venezia, che avrà luogo ogni martedì alle ore 17.30 dal 26 febbraio al 23 aprile 2013 presso l’Università Ca’ Foscari, Aula A, sede di Ca’ Cappello, San Polo 2035, Venezia.

A correzione del programma ufficiale, si segnala che il primo incontro del 26 febbraio non vedrà la partecipazione di Antonia Arslan, bensì di Aldo Ferrari che parlerà del “Monte Ararat tra mito e storia”. Continua a leggere

Giornata di studi armeni, Bologna 6 dicembre 2012

Una giornata internazionale di studio per i 500 anni della stampa armena in Italia con interventi di eminenti studiosi si terrà giovedì 6 dicembre 2012 a partire dalle ore 9.30 presso l’Aula Magna della Biblioteca Universitaria di Bologna, via Zamboni 35. Seguirà una visita alla mostra bibliografica. In occasione della giornata internazionale di studio verranno, infatti, esposti preziosi codici armeni della Biblioteca e volumi a stampa antichi conservati nei suoi fondi storici. Saranno visibili anche il facsimile della famosa “Mappa armena” e i due esemplari bolognesi della celebre Bibbia di Mechitar, impressa a Venezia tra il 1733 e il 1735. Alle 17.30 si terrà il concerto di musica tradizionale armena con musiche di Komitas e Spendaryan. Scarica il programma completo.

24 aprile: commemorazione del genocidio degli armeni

Il genocidio degli armeni di Marcello Flores

Il genocidio degli armeni di Marcello Flores

Oggi, 24 aprile, si commemorano le vittime del genocidio degli armeni, avviato il 24 aprile 1915 a Costantinopoli dal governo dei Giovani Turchi nella fase finale dell’Impero Ottomano, che provocò la morte di circa un milione e mezzo di armeni. Altri cinquecentomila tra sopravvissuti e profughi diedero impulso alla diaspora armena nel mondo, che oggi si stima conti sette milioni di persone. 20 paesi e 43 stati degli USA hanno riconosciuto il genocidio degli armeni, ma non la Turchia, che sostiene una versione completamente diversa di fatti storici attestati, negando che si sia trattato di genocidio. Rimane il fatto inconfutabile che dei circa due milioni di armeni che vivevano all’interno dell’Impero Ottomano prima del 1915, ne siano rimasti oggi circa 40.000 che vivono per lo più a Istanbul.

Continua a leggere

Il genocidio armeno raccontato a Genova

Il genocidio degli armeni, Marcello Flores, Il Mulino, 2007

Si terrà a Genova sabato 31 marzo 2012 alle ore 15.00, nell’ambito della manifestazione “La Storia In Piazza”, la lezione del Professor Marcello FLORES su Genocidio nel Deserto. Gli Armeni, una riflessione sulla drammatica vicenda del popolo armeno che sarà preceduta dalla proiezione del film Ravished Armenia (1919).

Marcello Flores è docente di Storia comparata presso l’Università di Siena, dove dirige l’European Master in Human Rights and Genocide Studies. Tra i suoi lavori: Il genocidio degli armeni (il Mulino 2006), Storia dei diritti umani (il Mulino 2008), La fine del comunismo (Bruno Mondadori 2011).

Locandina della manifestazione

Testo completo sul sito della Comunità Armena di Roma

Doppio incontro con Varujan Vosganian a Roma

Venerdì 9 marzo, ore 19,00 – Auditorium Parco della MusicaIl libro dei sussurri
Sabato 10 marzo, ore 18,00 – Accademia di Romania

Festival della Letteratura “Libri Come”
Venerdì 9 marzo, ore 19,00
Auditorium Parco della Musica – Spazio Risonanze
Viale Pietro de Coubertin 30 – 00196 Roma
Come scrivere dell’eccidio armeno.
Dialogo con Varujan Vosganian e Antonia Arslan

Sabato 10 marzo, ore 18,00
Biblioteca dell’ Accademia di Romania
Presentazione dell’edizione italiana del romanzo
“Il libro dei sussurri” di Varujan Vosganian
(Keller editore, 2011)

Varujan Vosganian è autore de “Il libro dei sussurri”, un romanzo fuori dal comune, dall’ampiezza di respiro inusuale, popolato da personaggi indimenticabili e che è allo stesso tempo narrazione personale, libro identitario per il popolo armeno (e il suo genocidio) e tributo a tutti coloro che hanno subìto la Storia del Novecento.

Continua a leggere

Giornata di studi armeni e caucasici a Venezia

Università Ca' Foscari Venezia

Giornata di studi armeni e caucasici all'Università Ca' Foscari di Venezia

Il Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, l’Associazione culturale “Padus-Araxes” e ASIAC hanno organizzato la VI Giornata di Studi Armeni e Caucasici che si svolgerà il 22 marzo 2012 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Ca’ Vendramin, Aula C. Intervengono eminenti docenti e studiosi, tra i quali il prof. Boghos Levon Zekiyan.

Leggi il programma completo degli interventi.

Il nuovo libro di Antonia Arslan a Padova

"Il libro di Mush" di Antonia Arslan

Verrà presentato lunedì 12 marzo 2012 alle ore 17.00 presso l’Aula Magna del Palazzo del Bo’ dell’Università di Padova, in via VIII Febbraio a Padova,  “Il libro di Mush” di Antonia Arslan (Skira, Milano 2012).  Intervengono l’autrice, Saveria Chemotti e Siobhan Nash-Marshall.

Antonia Arslan, scrittrice italiana di origini armene, è nota al pubblico per il best-seller “La masseria delle allodole” (Rizzoli, 2004) e “La strada di Smirne” (Rizzoli, 2009), due romanzi storici nei quali racconta le vicende della sua famiglia durante il Genocidio degli Armeni del 1915.

Continua a leggere

Guida “Armenia e Nagorno Karabakh”

Guida "Armenia e Nagorno Karabakh" di Nadia Pasqual

E’ uscita a luglio 2011 la seconda edizione aggiornata della prima guida italiana interamente dedicata ad “Armenia e Nagorno Karabakh” edita da Polaris, 2010.

La prima parte della guida contiene informazioni sulla storia, la cultura, le arti, le tradizioni, la religione, lo stato, la politica e l’economia del Paese, oltre a una serie di informazioni pratiche e indirizzi utili.

La seconda parte contiene la descrizione dei luoghi e delle attrazioni più interessanti, suggerimenti di itinerari di visita, indirizzi di alloggi, ristoranti, negozi e una ricca sezione bibliografica per l’approfondimento.

Visita il sito della casa editrice Polaris per maggiori informazioni e per acquistare la guida.