Armenia. Il popolo dell’arca in mostra a Roma

Mostra Armenia. Il popolo dell'arca a RomaCon l’obiettivo di coinvolgere il pubblico italiano e internazionale in una suggestiva esperienza di esplorazione della ricca cultura armena, il 6 marzo a Roma è stata inaugurata la mostra “Armenia. Il popolo dell’Arca” che sarà aperta fino al 3 maggio nel Salone Centrale del Complesso del Vittoriano in occasione del Centenario della commemorazione del Genocidio armeno. La mostra si articola in sette sezioni ricche di reperti archeologici, codici miniati, opere d’arte, illustrazioni e documenti, che raccontano anche i rapporti tra l’Italia e l’Armenia e la ricchezza storica e artistica della presenza armena nel nostro paese.

Continua a leggere

Annunci

Armenia, la terra di Noè

Armenia, la terra di Noè” – Incontro pubblico                                                                            Giovedì 15 novembre 2012 ore 12.30-14.00                                                                      Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico SALA “MERCURIO” Hotel Ariston, Via Laura 13 Capaccio Paestum (SA)

“Armenia, la terra di Noè” è un incontro pubblico per conoscere la storia e l’archeologia dell’Armenia attraverso gli interventi di quattro eminenti archeologi e studiosi che si svolgerà giovedì 15 novembre 2012 ore 12.30-14.00 presso l’Hotel Ariston di Paestum (SA) nell’ambito della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico che vedrà l’Armenia partecipare come Paese Ospite. Scarica l’invito con il programma

Continua a leggere

L’Armenia sulla rivista Archeologia Viva di marzo 2012

 Un articolo di otto pagine sull’Armenia è stato pubblicato sulla rivista Archeologia Viva , n. 152-2012 Marzo-Aprile, in occasione della mostra “Armenia: impronte di una civiltà” in corso a Venezia, Museo Correr fino al 10 aprile 2012, a cura di Archeologia Viva, in collaborazione con Ambasciata d’Armenia a Roma.

Nel corso dei secoli la terra dominata dall’Ararat si è potuta avvantaggiare della sua posizione di terra di mezzo che ne ha fortemente condizionato lo sviluppo della cultura e dell’arte ma un ruolo fondamentale nella formazione dell’identità armena lo hanno giocato i caratteri della scrittura inventati per tradurre la Bibbia.
Continua a leggere

Scoperta in Armenia la più antica unità di produzione del vino

Worlds oldest, or earliest, known winemaking equipment, including a wine press (picture), as identified by a UCLA/National Geographic Society excavation

I reperti dell'unità di produzione del vino ritrovati ad Areni, in Armenia

La più antica unità completa per la produzione del vino, risalente a oltre 6.000 anni fa, è stata scoperta in Armenia all’interno di una caverna nei pressi di Areni, un’area conosciuta per i suoi vitigni e gli omonimi vini. Lo ha annunciato un’equipe internazionale di archeologi, che hanno ritrovato semi di uva, resti di uva spremuta, dei tralci di vigna disseccati, un torchio rudimentale, un tino in argilla per la fermentazione, dei cocci di terracotta impregnati di vino e anche una tazza e una ciotola per bere il vino. Nella stessa zona nella regione di Vayots Dzor, ricca di caverne, è stato trovato nel giungo del 2010 la più antica calzatura al mondo, un mocassino in cuoio perfettamente conservato vecchio di 5.500 anni.

Leggi l’articolo su National Geographic: Earliest Known Winery Found in Armenian Cave.