Armenity: il padiglione armeno alla Biennale di Venezia 2015

Armenity è il titolo del padiglione nazionale della Repubblica D’Armenia alla 56. Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia 2015, collocato nel Monastero Mekhitarista sull’Isola di San Lazzaro degli Armeni nella laguna veneziana. Il padiglione curato da Adelina Cüberyan v. Fürstenberg, curatrice indipendente svizzera d’origine armena di fama internazionale, esperta nel campo dell’arte contemporanea e nota come una pioniere dell’approfondimento dell’approccio multiculturale dell’arte contemporanea, sarà aperto dal 6 maggio al 18 ottobre 2015.

Armenity vede la partecipazione di un nutrito gruppo di artisti contemporanei della diaspora armena che vivono in ogni parte del mondo, e spesso si dividono tra paesi diversi, in Medio Oriente, Sud America, Stati Uniti, Canada, Europa. Sono solo due le installazioni di artisti che vivono in Italia: quella di Yervant Gianikian & Angela Ricci Lucchi, e quella di Mikayel Ohanjanyan, armeno della Repubblica d’Armenia trasferitosi a Firenze, dove ha studiato scultura.

Armenity ruota intorno a concetti di identità, dislocamento, territorio, confini e geografia, che fanno parte del vissuto di questi artisti, eredi di un popolo che si è disperso per il mondo nel tentativo di non soccombere al tentativo di genocidio del 1915, il primo del XX secolo, attuato dal governo dei Giovani Turchi nelle fasi finali dell’Impero ottomano. Il tentativo di conservare la propria identità in paesi così diversi da quelli della propria cultura di origine, la rielaborazione della memoria in chiave contemporanea, ha portato questi artisti a interrogarsi sulla loro armenità attraverso l’espressione artistica.

Gli artisti:
Haig Aivazian, Libano; Nigol Bezjian, Siria/USA; Anna Boghiguian, Egitto/Canada; Hera Büyüktaşçıyan, Turchia; Silvina Der-Meguerditchian Argentina/ Germania; Rene Gabri & Ayreen Anastas, Iran/Palestina/USA; Mekhitar Garabedian, Belgio; Aikaterini Gegisian, Grecia; Yervant Gianikian & Angela Ricci Lucchi, Italia; Aram Jibilian, USA; Nina Katchadourian, USA/Finlandia; Melik Ohanian, Francia; Mikayel Ohanjanyan, Armenia/Italia; Rosana Palazyan, Brasile; Sarkis, Turchia/Francia; Hrair Sarkissian, Siria/UK.

Location
Armenity * si terrà sull’Isola di San Lazzaro degli Armeni, situata tra San Marco e il Lido, di fronte ai Giardini della Biennale. L’isola è il luogo dove il monaco armeno Mekhitar nel 1717 stabilì la sede della Congregazione Mechitarista e dove, in seguito, Lord Byron studiò la lingua armena. L’emblematico monastero di San Lazzaro, con i suoi giardini, l’antica tipografia, il chiostro e la preziosa biblioteca di manoscritti, ha contribuito a preservare uno dei patrimoni più importanti della cultura armena, gran parte del quale altrimenti sarebbe andato perduto.

Orari di visita
Ogni giorno dalle ore 13.00 alle ore 17.30.

Come arrivare 
Vaporetto speciale ACTV dai Giardini all’Isola di San Lazzaro (10 min.) dal 6 maggio al 30 giugno, dalle ore 13.00 alle ore 17.00 ogni 30 minuti, ritorno ogni 30 minuti.
Vaporetto ACTV nr. 20 da San Zaccaria/San Marco all’Isola di San Lazzaro dal 6 maggio al 18 ottobre: alle 13.10, 14.20, 15.10 (15 min), ritorno 15.25, 16.45, 17.25..

Contatti
Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia
Via XX Settembre, 98/E – 00187 Roma
T.: +39 06 3296638
E-mail: info@ambasciataarmena.it

Monastero Mekhitarista
Isola di San Lazzaro degli Armeni – 3010 Venezia
T.: +39 041 526 0104

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...